Contenuto principale

Nel seguito alcune caratteristiche della proposta del Ns Liceo in merito all'iniziativa Alternanza Scuola Lavoro [ASL].

Il contesto normativo: DDL «La buona scuola»  (legge 13 luglio 2015 n° 107)

♣ Art. 4

1. - Al fine di incrementare le opportunità di lavoro degli studenti, i percorsi di alternanza scuola-lavoro sono attuati nei percorsi liceali per una durata complessiva nel triennio di almeno 200 ore.

5. - Le scuole secondarie di secondo grado svolgono attività di formazione in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, mediante l’organizzazione di corsi rivolti agli studenti inseriti nei percorsi di alternanza scuola-lavoro ed erogati da soggetti abilitati.

La proposta del liceo FB:

«Mettiamoci alla prova»

Classi terze

40 ore di formazione nel mese di febbraio:

  • Incontri con esperti che presentano il mondo del lavoro
  • Formazione sulla sicurezza
  • Visione e analisi/dibattito su film a tema
  • Visita ad aziende/cooperative sociali sul territorio
  • Uscite a tema
  • Lavoro in classe su: microlingua lavorativa; mappatura e studio delle aziende del territorio; lettura di testi/articoli sul mondo del lavoro; esperienze lavorative di genitori; esperienze di stage di alunni di quarta/quinta

Classi quarte

  • 120 ore di stage lavorativo in Italia o all’estero (Inghilterra, Francia, Germania, Spagna) nel mese di settembre (valutato dal tutor aziendale e supervisionato dal tutor scolastico)
  • 20 ore (nel corso dell’anno scolastico): ricaduta sulla classe e presentazione alle classi terze; inizio attività di orientamento post-diploma

Classi quinte

  • 20 ore: attività di orientamento post-diploma nel corso dell’anno scolastico
  • L’intero percorso sarà valutato e certificato (processo e risultato) dal Consiglio di classe alla fine del primo quadrimestre della classe quinta e le competenze acquisite saranno testate anche nel corso dell’Esame di Stato

Obiettivi

  • Ampliamento dell’offerta formativa con la progettazione di percorsi educativi e didattici che offrano ulteriori opportunità di apprendimento agli alunni
  • Sperimentazione di nuove modalità di apprendimento/insegnamento per integrare scuola e territorio
  • Prevenzione e recupero della dispersione scolastica e dell’insuccesso formativo
  • Feedback circa la coerenza/ congruità dei saperi scientifici/umanistici/linguistici con gli ambiti operativi di enti e istituzioni del contesto sociale di riferimento
  • Favorire una maggiore attenzione alle relazioni umane per facilitare il processo di insegnamento/apprendimento

Docenti Responsabili: 

  • Prof.ssa Cristina Cozzi, e_mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Prof.ssa Paola Olivotto, e_mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.